skip to Main Content

Gli obiettivi che si prefigge la sorveglianza sanitaria

Gli esperti di ADA Srl offrono consulenze relative alla Medicina del Lavoro, in particolare riguardo la sorveglianza sanitaria.

Con sorveglianza sanitaria si intendono quelle misure atte a identificare e prevenire i danni per la salute dei lavoratori. Rientra nell’ambito della salute e sicurezza dei lavorati sul luogo di lavoro, disciplinato dalla normativa del D.Lgs 81/08, in particolare nella sez. V, dall’art. 38 all’art. 42.

La sorveglianza sanitaria ha l’obiettivo di monitorare costantemente e valutare l’idoneità psicofisica di ogni lavoratore. Tale mansione è svolta dal Medico Competente, nominato dal Datore di Lavoro, che si occupa di valutare e prescrivere al lavoratore un insieme di indagini ed esami clinici per accertare il suo stato di salute.

Sorveglianza sanitaria: in quali casi è obbligatoria

La sorveglianza sanitaria è obbligatoria nei casi espressamente previsti dalla normativa e qualora sia richiesta dal lavoratore, e il medico competente la ritenga correlata ai rischi professionali. La normativa fa riferimento a tutti quei casi in cui i lavoratori sono esposti a rischi di natura chimica (sostanze, preparati chimici), fisica (rumore, vibrazioni, radiazioni, campi elettromagnetici) o biologica. In particolare, secondo quanto riportato dalla normativa, l’obbligo è previsto per i casi di:

  • rischio chimico;
  • rischio rumore e vibrazioni;
  • movimentazione manuale dei carichi;
  • agenti fisici pericolosi in genere (amianto, piombo, radiazioni);
  • videoterminalisti che trascorrono più di 20 ore settimanali al computer;
  • lavoro notturno;
  • lavoro in alta quota;
  • lavoro in ambienti confinati;
  • lavoro su impianti ad alta tensione;
  • rischio agenti cancerogeni e mutageni;
  • rischio agenti biologici.

Inoltre, l’obbligo emerge quando la valutazione dei rischi si attesta su un livello alto o medio-alto, ma anche nei casi in cui la consistenza del rischio risulti bassa, la sorveglianza sanitaria si rivela essere una forma di tutela e prevenzione.

Sorveglianza sanitaria: come viene effettuata

La sorveglianza sanitaria viene effettuata tramite visite mediche, esami clinici o indagini diagnostiche. In merito, si prevedono:

  • una visita medica preventiva, volta ad accertare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica, da effettuare dopo l’assunzione e prima di adibire il lavoratore alla mansione.
  • visite mediche periodiche, da svolgere minimo una volta all’anno.

Altri servizi di consulenza proposti da ADA Srl

ADA Srl, da sempre in prima fila nella consulenza e gestione delle pratiche relative alla sicurezza sul lavoro, propone (grazie soprattutto al gruppo di professionisti di cui si avvale quotidianamente) alla sua clientela anche altre tipologie di servizi, come:

Per ulteriori informazioni o per un preventivo, contatta il nostro team di esperti

[]
1 Step 1
Consenso Privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Call Now ButtonChiama Ora Back To Top